I pericoli a cui andiamo incontro

Così un uomo mediocre, grossolano, di eloquenza volgare ma di facile effetto, è un perfetto esemplare dei suoi contemporanei. Presso un popolo onesto, sarebbe stato tutt’al più il leader di un partito di modesto seguito, un personaggio un po’ ridicolo per le sue maniere, i suoi atteggiamenti, le sue manie di grandezza, offensivo per il buon senso della gente e causa del suo stile enfatico e impudico.
In Italia è diventato il capo del governo. Ed è difficile trovare un più completo esempio italiano. Ammiratore della forza, venale, corruttibile e corrotto, cattolico senza credere in Dio, presuntuoso, vanitoso, fintamente bonario, buon padre di famiglia ma con numerose amanti, si serve di coloro che disprezza, si circonda di disonesti, di bugiardi, di inetti, di profittatori; mimo abile, e tale da fare effetto su un pubblico volgare, ma, come ogni mimo, senza un proprio carattere, si immagina sempre di essere il personaggio che vuol rappresentare.

Elsa Morante

Qualunque cosa abbiate pensato, il testo, del 1945, si riferisce a Mussolini…

Marco Travaglio intervista Alessandro Di Battista

Da questa intervista risulta chiaro che Alessandro Di Battista sia sempre assolutamente schierato a favore del MoVimento 5 stelle e di Luigi Di Maio, suo compagno di battaglie politiche. Emerge anche la necessaria volontà di far cambiare al movimento l’assetto istituzionale che ha avuto fino ad ora. Si può dire che sulle basi solide nel rientro di Alessandro Di Battista all’interno del Movimento sicuramente questo tornerà ad essere molto interessante per gli elettori tradizionali, quelli non legati a dinamiche politiche basate sull’ illegalità. Guarda l’intervista e lascia il tuo commento!