Fotografo Matrimonio: servizio completo a 1380 euro

In collaborazione con guidaitalia.org una superofferta per chi non vuole svenarsi per pagare le spese del matrimonio e vuole avere un servizio di qualità. Foto video Amato lavora in tutta Italia. Ricordate di citare guidaitalia.org quando telefonate al numero 339 48 19 171 oppure 339 57 93 392

Carlo Del Gaudio: lettera a Mattarella

Al Signor Presidente della Repubblica Italiana

Sergio Mattarella

Palazzo del Quirinale

00124 ROMA

All’indirizzo pec:

[email protected]

Illustrissimo Signor Presidente,

sono Del Gaudio Carlo, cittadino Italiano vincitore della selezione nazionale Anpal Servizi spa per la figura professionale navigator per la Regione Campania, e padre di un minore di circa 13 anni, le scrivo in entrambi le qualità, ma è soprattutto nella seconda veste che mi auguro una sua cortese risposta nella sua funzione di Primo Cittadino, Padre e Tutore dei nostri Valori Costituzionali; trovi Lei le parole, perché purtroppo io le ho terminate.

Come genitore e nel compito di educatore tra le mille difficoltà della vita ho sempre cercato di contribuire alla formazione di mio figlio nel rispetto degli altri, nella dignità delle proprie condizioni, nella cultura della meritocrazia e della giustizia.

Io purtroppo le mie parole e gli esempi li ho terminati, sarà di sicuro un mio limite, ma il mio ruolo e responsabilità genitoriale non può andare oltre a ciò che è umanamente sostenibile e moralmente accettabile.

La prego Signor Presidente, spieghi Lei ad un a ragazzino che comincia il suo percorso di adolescente che ha accettato la perdita della madre quando aveva solo 4 anni e che ha attraversato tutte le peripezie delle condizioni di disoccupazione del padre, un ragazzino che ha conosciuto tanti, troppi, “No” e di questi non si è mai lamentato e di contro a cui tutto ciò che è stato promesso è sempre stato dato, non tradendone mai il rapporto di fiducia e il riferimento genitoriale.

La prego Signor Presidente, spieghi Lei ad un ragazzino che vedeva il padre studiare e prepararsi per la selezione ed interveniva sui quiz di logica e matematica dicendo la sua, partecipando, e che nel giorno che uscirono le graduatorie gli occhi brillavano di gioia e comunicavano, allora è possibile anche per me realizzare i miei sogni, con l’esclamazione “abbiamo vinto”.

La prego Signor Presidente, spieghi Lei ad un ragazzino che ha visto in tv tutti coloro che hanno fatto lo stesso percorso del Padre in tutte le altre Regioni d’Italia, che oggi hanno un contratto, si stanno formando ed hanno ottenuto attraverso il merito la dignità del lavoro conquistato e che ti chiede “e Noi, allora, abbiamo perso, che cosa abbiamo sbagliato, siamo sfigati, il merito non serve, non è giusto”.

La prego Signor Presidente, spieghi lei ad un ragazzino il “teatrino della politica” anche sulla sua pelle, io ci provo e non ci riesco, io ho terminato le parole.

La prego Signor Presidente, spieghi lei ad un ragazzino che la sfiga non esiste e tutto si supera, nella dignità della propria condizione, con lo studio, l’impegno e il merito, che è questa la strada per diventare uomini e cittadini; io con il mio esempio non ci sono riuscito e non per mia volontà e non voglio che si perda nell’oblio dell’irrazionale e del tutto è inutile, perché sono momenti e fatti che lasciano tracce profonde nell’animo adolescenziale difficili poi da cicatrizzare.

Signor Presidente ai ragazzi non bisogna mai deluderli e le famiglie e le Istituzioni non possono farlo; gli possiamo chiedere sacrifici e privazioni ma mai non riconoscergli ciò che hai promesso, un aiuto concreto ed un sostegno per inseguire i loro sogni, probabilmente ho sottovalutato per mia colpa il teatrino della politica e degli interessi nel quale sta soffrendo e naufragando oltre ogni ragionevole conflitto questo paese malato.

Signor Presidente la prego trovi Lei le parole, per tutti i ragazzi di questo paese e dia esempio, intervenga, è una sua responsabilità e prerogativa istituzionale, chieda nei modi e termini che riterrà più opportuni, dall’alto del suo ruolo e Istituto che termini al più presto questo vergognoso teatrino politico e conflitto, che produce malessere e una palese ingiustizia e discriminazione per 471 famiglie, che nega servizi essenziali unica Regione in Italia e soprattutto in una Regione dove le difficoltà del vivere già sottopongono a dura prova la popolazione e che fa danni collaterali molto gravi e mai troppo denunciati e portati all’attenzione generale, troppo spesso chiusi per pudore nelle segrete stanze della famiglia.

Serino, 03 agosto 2019

Con Osservanza

Carlo Del Gaudio

Psicologi in Campania: Patrizia Somma

Cominciamo a conoscere meglio gli italiani che rendono grande la nostra nazione e cerchiamo quindi di capire quali sono gli psicologi in Campania che hanno già abbracciato la tecnologia proponendo il loro lavoro attraverso il web. Conosciamo Patrizia Somma che ha un bel sito web da cui estraiamo queste informazioni. Patrizia si è resa disponibile a rispondere alle domande dei nostri lettori in maniera pubblica ed in totale anonimato.

Per contattarla in privato potete visitare direttamente il suo sito

Mi chiamo Patrizia Somma e sono nata a Napoli nel 1968. Mi sono laureata in Psicologia con votazione 110/110 presso L’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa discutendo una tesi sui Processi Cognitivi che impattano i ragionamenti e le decisioni, dal titolo “Penso quindi Ragiono: il ruolo della distanza psicologica nella simulazione mentale”.

Ho conseguito un Master in Psicodiagnostica Clinica e Forense per la valutazione del danno psicologico ed esistenziale nell’ambito della psicopatologia da Mobbing e del disadattamento lavorativo.

Svolgo la professione di Psicologa Clinica e del Lavoro nel territorio Campano e sono Psicologa volontaria, presso il Centro di riferimento Campano di Psicopatologie del lavoro Asl Napoli1. Sono iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Campania n. 7494.

I miei studi di aggiornamento e ricerca sono rivolti principalmente alla Psicoterapia Cognitiva Comportamentale Causale e alle Neuroscienze Affettive.

“Quando capitate su qualcosa di interessante, lasciate tutto il resto e studiatelo”. Burrhus Skinner

La mia storia

La mia storia professionale ha conosciuto periodizzazioni differenti nelle quali ho potuto esprimere il mio talento e creatività in sintonia con il percorso evolutivo personologico.

Ho trascorso più di venti anni nel mondo delle organizzazioni, ricoprendo prevalentemente ruoli manageriali, cosicchè, logiche di posizionamento dell’organizzazione nel mercato di riferimento, i suoi valori, la sua cultura, i processi di management e di pianificazione strategico-operativo, sono stati il mio pane quotidiano.

Nel corso del tempo, ho esperito direttamente ed indirettamente, condizioni di conflitto , di antagonismo, di opposizione tra elementi di varia natura, cognitivi, emotivi, comportamentali e sociali, richiedenti uno sforzo attivo di adattamento e riconfigurazione.

Tali condizioni, soventemente, sono gli antecedenti di modalità distorsive e maladattive che causano il disfunzionamento aziendale in termini di profitto e malessere psicofisico.

Comprendere il ruolo dei fattori genetici, biologici e fisiologici nell’eziologia delle caratteristiche che un individuo possiede e quali dimensioni psicologiche rivestono un ruolo chiave nell’evoluzione della struttura psichica dell’uomo, sono divenuti i miei interessi prioritari.

Siffatte esperienze e competenze, hanno generato una elevata complessità professionale, consentendomi maggiormente di “Comprendere Empaticamente” le difficoltà e sofferenze di singoli e gruppi, che unitamente all’applicazione di Teorie Scientifiche di matrice Cognitivo-Comportamentali, incrementano il livello di efficacia.

Piano turistico in Campania: parliamone

La Campania può vantare due brand che sono tra le mete più ricercate dai turisti in Italia (guarda l’immagine qui sotto) ma sembra che non ci sia un piano turistico regionale.

Chiediamo all’assessore regionale al turismo come si stia promuovendo questo territorio e quali saranno le prossime azioni volte ad aumentare la consapevolezza che il turismo è l’industria sostenibile che può incidere seriamente sul benessere dei cittadini campani.

 

Corrado Matera

Nomine:
  • Sviluppo e Promozione del Turismo

Coordinatore segreteria: Gerardo Bardi
Sede: Centro Direzionale – Isola C5 – Napoli
Telefono: 081.7968671 – 8672 – 8673 – 8674
Mail[email protected] – [email protected]

Matera, ex vice presidente del parco del Cilento dovrebbe ricevere le nostre email e rispondere alla richiesta di conoscere quali siano i lavori e le iniziative che mettano in evidenza come intende il settore pubblico intervenire su un settore così strategico a vantaggio di tutta la popolazione campana.