Questo film fa male. Fa male perché ti fa capire che anche chi fa parte di un nucleo che dovrebbe schierarsi dalla parte del giusto, potrebbe potenzialmente pestarti la faccia con un anfibio. Io sono figlia di un comandante della polizia in pensione e so perfettamente quanto questo genere di violenze siano frequenti. Mio padre mi ha sempre raccontato con schifo di diversi “colleghi” che approfittavano della propria posizione solo per sfogare la propria bestialità. Mi parla spesso di quanto chi abbia provato a denunciare questi atti (lui compreso) abbia rischiato il posto e (in alcuni casi) la salute. Io credo fermamente che chi ha intenzione di entrare in un corpo di polizia debba farlo per la sicurezza di tutti, detenuti compresi. Quindi smettetela di fare i concorsi solo perché avete il cugino in caserma o il nonno bersagliere. Fatelo per vocazione.

 


Guida Italia

Hai visto il nostro nuovo corso? Si chiama #imparagratis ed è completamente free! Puoi leggere un articolo a caso o lasciare un commento qui sotto!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: