GOCCLES, nuovi occhiali per scovare cancro del cavo orale

Il carcinoma del cavo orale viene spesso trascurato dagli stessi pazienti. Presa in ritardo, la malattia dà una sopravvivenza a 5 anni di solo il 30%, e in Italia purtroppo il 60% dei casi viene effettivamente diagnosticato in una fase già avanzata della malattia.

Tornando agli occhiali, questi hanno il vantaggio di un facile uso da parte dei chirurghi e sono poco ingombranti. “Mentre la visualizzazione del cavo orale a occhio nudo può far emergere solo una piccola frazione delle caratteristiche spettrali che differenziano il tessuto sano da quello malato – spiega il chirurgo maxillo-facciale della Cattolica Sandro Pelo – le metodiche ottiche basate sull’autofluorescenza dei tessuti hanno migliorato la nostra capacità di individuare lesioni cancerose in stadio precoce nel cavo orale.

“Il dispositivo, infatti, funziona sfruttando la luce delle lampade fotopolimerizzanti presenti in ogni studio dentistico, emettendo una luce compresa in un intervallo di lunghezze d’onda da circa 400 a 500 nanometri (nm), provocando il fenomeno dell’autofluorescenza sulla mucosa del cavo orale. Indossando gli occhiali GOCCLES è possibile osservare la riduzione di autofluorescenza provocata dalle cellule tumorali o displasiche grazie a un filtro ottico molto selettivo, che permette di evidenziare i tessuti malati o in procinto di ammalarsi”.

http://gaianews.it/salute/arrivano-i-goccles-nuovi-occhiali-per-scovare-cancro-del-cavo-orale-9560.html#.XLlrF1OpUwA

Pubblicato da Guida Italia

Hai visto il nostro nuovo corso? Si chiama #imparagratis ed è completamente free! Puoi leggere un articolo a caso o lasciare un commento qui sotto!

Lascia un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: