“Furbetti del reddito di cittadinanza”: denunciati

Dalle indagini è emerso che, sebbene la donna percepisse il “reddito di cittadinanza” e le fosse già stata corrisposta la somma di 1.050 euro, il coniuge 35enne svolgeva prestazioni di lavoro “in nero”. La carta acquisti è stata sequestrata.

I militari dell’Arma, infatti, lo hanno sorpreso intento a lavorare come pasticcere all’interno del laboratorio di un bar nel quartiere Oreto

https://palermo.gds.it/articoli/cronaca/2019/05/30/furbetti-del-reddito-di-cittadinanza-a-palermo-denunciati-due-coniugi-56c71c35-ffb4-44e1-9e69-3cc533f0c7e6/